Bifido

ARTISTI

Bifido

Quello che fa ha qualcosa di infantile, animato da
un istinto di gioco, come un costruttore
di castelli di sabbia in riva al mare: lui crea, il mare distrugge, lui di nuovo crea.

Scopri tutti i lavori disponibili

DISPONIBILE SU STREET LEVELS GALLERY

BIOGRAFIA

About Bifido

Nato nel sud Italia, tra un vulcano e il mare, ha avuto la letteratura come prima fidanzata e quando ha deciso di iscriversi all’università, l’ha fatto per amore di essa.

L’amore per le lettere continua ancora oggi (soprattutto la C e la Z), ma si sente più a suo agio con le immagini, e cerca di utilizzare la fotografia per scrivere le sue poesie.

In realtà, la tecnica fotografica in sé non l’ha veramente conquistato fino a quando non ha iniziato a stampare e utilizzare i suoi ritratti in strada. Da questo punto di vista, il suo rapporto con la fotografia è in continua metamorfosi. La foto in strada, come tutta l’arte fatta nello spazio pubblico, è una deviazione nella vita delle persone, un incidente che interrompe la quotidianità dello sguardo imponendo un mutamento di prospettiva.

Non importa cosa pensa chi si imbatte in un suo lavoro per strada, ma è più importante che quel soggetto che ha di fronte si imponga come una domanda.

Fare arte e farla in strada è il suo modo di giocare, con la vita e con il mondo, le sue convinzioni e convenzioni.

Quello che fa è un’esigenza. Crescere è inevitabile, ma dimenticarsi di giocare è un destino a cui l’artista non si rassegna e l’arte è il suo modo per non smettere. Quello che fa ha qualcosa di infantile, animato da un istinto di gioco, come un costruttore di castelli di sabbia in riva al mare: lui crea, il mare distrugge, lui di nuovo crea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *